Difendere l’azienda dalle cyber-minacce è possibile, ma per farlo in modo efficace (ed economico) occorre affidarsi a strutture dedicate. Ecco perché

Per capire l’importanza di affidare a un Security Operation Center la protezione del proprio business basta un dato: 6 trilioni di dollari. Si tratta dell’impatto economico che il Cyber Crime avrà entro la fine del 2021 a livello mondiale. E si spiega così un altro dato, che vede il 61% dei professionisti della Cyber Security lamentarsi per staff sottodimensionati. L’importanza di un Security Operation Center per la protezione del business, oggi, parte proprio da qui.

Ci vogliono professionisti

La prima regola per difendere un’azienda dal Cyber Crime è, “ça va sans dire”, dotarla di competenze adeguate. Qui, tuttavia, si pone un duplice problema: da una parte occorre avere a propria volta competenza nello sceglierle, dall’altra hanno un costo che va oltre lo stipendio e riguarda soprattutto l’aggiornamento. La Cyber Security è un campo dove l’aggiornamento deve essere continuo, abbondante e costante, e il suo costo è una voce spesso difficile da inserire in bilancio. Un Security Operation Center offre il servizio pronto all’uso, ed essendo specializzato nel fornirlo a più realtà, abbatte i costi. Per il cliente finale, l’azienda, si tratta di un vantaggio sotto ogni punto di vista.

Controllo organico

Altra regola è poter contare su un controllo organico dei dati. Ogni giorno si assiste a un aumento esponenziale dei dati utili a monitorare sicurezza ed eventi malevoli, al punto che o si rischia di perdere informazioni importanti, o si rende necessario dividerli e perdere la visione d’insieme. Un Security Operation Center ha le professionalità, gli strumenti e il tempo di analizzare ciascun dato, considerare solo quelli davvero utili e classificarli per priorità, per poter definire un quadro preciso della situazione. In tempo reale, 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno. Solo così è possibile non solo intervenire tempestivamente in caso di criticità, ma anche prevenirle sulla base dei primi segnali.

Monitoraggio sempre e ovunque

A proposito di controllo costante e in tempo reale, va sottolineato che la protezione di un’azienda non deve conoscere pause. Gli attaccanti non aspettano altro: controllano le potenziali vittime, approfittando anche del singolo momento di pausa. Un Security Operation Center di alto livello, presidiato, risolve il problema alla base: verifica in modo attivo lo stato di reti e dispositivi, ne analizza i dati, li correla concentrandosi sugli aspetti legati alla sicurezza e, in caso di problemi, li segnala a chi di competenza per avviare un eventuale incident response. I criminali informatici, dal canto loro, vengono dissuasi dal portare avanti le proprie attività malevole. Per questo, grazie ai principi di proattività e reattività, un Security Operation Center offre una doppia protezione

Protezione dal presente e dal futuro

Se ci si affida a un Security Operation Center di comprovata fama ed efficacia, si fa un investimento non solo nell’immediato ma anche proiettato al futuro. Le moderne tecnologie di threat intelligence, infatti, sono in grado di protegge il business anche da minacce non ancora classificate, scongiurando attacchi sofisticati che eluderebbero le difese tradizionali. Inoltre, un SOC moderno e a prova di futuro sa integrare con efficacia piattaforme di sicurezza eterogenee di oggi e di domani, garantendo quindi che la performance del servizio vada di pari passo con l’evoluzione tecnologica.

L’importanza del SOC esterno

Va da sé che, sulla base di quanto detto, seguire le regole per una protezione efficace del business è un’impresa improba per un’azienda che deve concentrarsi sui propri obiettivi. E, se da una parte la soluzione è adottare un Security Operation Center, dall’altra diventa molto complesso e costoso costituirne uno interno. Proprio per questo motivo la tendenza del settore della Cyber Security è affidarsi a Security Operation Center esterni, capaci di garantire la protezione degli asset aziendali nel migliore dei modi, al tempo stesso sgravando l’azienda da costi onerosi. E così il business lascia la zavorra e spicca il volo.


author thumbnail

Massimo Brugnoli

Il mio background come Sales Account Manager nel mercato IT continua ad arricchirsi anno dopo anno grazie ad una genuina passione per la tecnologia, oltre che ad un interesse acquisito per la comunicazione e le relazioni interpersonali. Le mie competenze tecniche comprendono: Workstation, Server, Storage, Virtualizzazione, HCI, Backup, Networking, Cyber ​​Security, Servizi Cloud, SDDC e Managed Services.

Vai agli articoli Vai al Profilo
È disponibile una nuova versione di questa app. Clicca qui per aggiornare.